FR
IT

23-06-2017
Il vincitore 2016 parte subito fortissimo, seguito da Hotz, Burri e Ballinari

Sabato 24 la seconda e ben più "corposa" parte del 20° Rally Ronde del Ticino

Articolo Completo

Lugano, 23 giugno 2017. Scattata venerdì sera da Corso San Gottardo a Chiasso, la 20esima edizione del Rally Ronde del Ticino ha subito proposto una bella battaglia per il primo posto provvisorio. Così, al termine dei 3,58 Km che caratterizzavano la frazione cronometrata del Penz, i vincitori 2016 Gilardoni-Bonato sono al comando con la loro Ford Fiesta WRC della Movisport, avendo percorso il tratto in 2’05”2. Li segue a soli 4 decimi la Skoda Fabia R5 di Hotz-Ravasi, mentre la Ford Fiesta R5 DMax Swiss di Burri-Levratti ha chiuso a 1 secondo e 9/10 dai leader. Il primo ticinese in classifica è Ivan Ballinari, che con Paolo Pianca ha portato al quarto posto la Ford Fiesta R5-Lugano Racing, di 1 decimo davanti alla Citroën DS3 DMax Swiss di Mirko Puricelli e Matteo Magni.
La gara è perciò scattata subito con ritmi altissimi, a conferma della qualità degli iscritti che hanno dato il meglio sulla spettacolare prova speciale organizzata nel Mendrisiotto. E l’interesse legato all’evento è stato confermato dal folto pubblico che ha animato il centro di Chiasso venerdì pomeriggio, con tanta gente, tra cui numerosi genitori con i figli, a vedere le auto pronte per il rally dopo aver superato le severe verifiche tecniche dei commissari tecnici.
Le prime vetture in gara sono arrivate allo stadio di Cornaredo di Lugano dalle 21.30 e, sempre da Cornaredo prenderanno il via domattina sabato 24 giugno alle 9.30 in punto per affrontare le rimanenti cinque frazioni cronometrate in programma. Il passaggio del primo concorrente nella p.s. 2 in Valcolla è previsto alle 10.13, mentre alle 11.06 il primo equipaggio affronterà la p.s. 3 di Isone. Pure il quarto tratto cronometrato sarà Isone, con prima vettura al via alle 14.24, mentre la prova speciale 5, la seconda in Valcolla, avrà inizio alle 15.27. Isone sarà sede della p.s. conclusiva, la 6, alle 17.55. L’arrivo e la premiazione avranno luogo infine in Piazza Riforma a Lugano dalle 18.45.

Kevin Gilardoni al parco chiuso di Lugano ha spiegato che non guidava “una WRC da un po’ di tempo e per questo ho dovuto prendere le misure nei primi metri prima di sfruttare al meglio questa Ford Fiesta, decisamente performante”. Il lombardo “trapiantato” a Soazza ha rimarcato che quella disputata al Penz “è in pratica un’entrata in materia: la parte impegnativa, e il bello, lo vediamo domani”.
Un parere questo condiviso da Ivan Ballinari, che si è pure detto piuttosto soddisfatto dell’esito della “prova speciale-aperitivo” non lontana da Chiasso. Il ticinese è “molto fiducioso in vista della seconda parte di gara, ben più corposa, e dove ci sarà modo di essere ancor più competitivi”.